I-TEATRI_aperto-2015-manifesto-6x3
I-TEATRI-aperto2015-dettaglio2
I-TEATRI_aperto2015-pieghevole-chiuso
I-TEATRI-aperto2015-espositore
I-TEATRI-aperto2015-dettaglio
I-TEATRI_aperto-2015-manifesto-bruno
I-TEATRI-aperto2015-libro-gb2
I-TEARI-aperto2015-cartoline
I-TEATRI_aperto2015-manifesto1
I-TEATRI_aperto2014-manifesto2

Festival Aperto 2015

Eretico è il pensiero che si oppone all’ortodossia e all’opinione, scassina dogmi e dottrine, al limite distrugge, ma per costruire nuovi significati e comportamenti, mentre spinge la vista oltre gli orizzonti consueti.
Secondo etimologia, eretica è la voce di “colui che sceglie”, s’intende secondo consapevolezza, idee, lotte – che si sottrae cioè alla non-scelta scontata o imposta del conforme. Questo conforme ha oggi molti nomi, che fanno rima con audience, denaro, semplificazione, apparenza.
Gli artisti sono eretici, quando si pongono il grande proteiforme interrogativo del nuovo e quando, nel rispondervi, tentano strade intentate. La tradizione li accompagna, in realtà, come alimento necessario ai loro slanci: né arte né eresia esistono senza storia.
Nel Festival Aperto 2015 scorrono le forze eretiche del fare spettacolo dal vivo: inventare mondi per criticare quello esistente, costruire progetti che determinano diverse relazioni comunitarie, lanciare pensieri, suoni, movimenti, drammaturgie che sollecitano attenzione alla società distratta. Fare arte con il rigore che l’arte richiede.

Cliente: Fondazione I Teatri Reggio Emilia

Art: Silvia Castagnoli _ www.muttley.eu

Anno: 2015